▷Dovresti comprare le azioni Creval Si o NO?⇒ analisi

Le azioni CreVal sono da comprare? Analisi tecnica e fondamentale

Banca Piccolo Credito Valtellinese SpA è una società con sede in Italia impegnata nel settore bancario. È capogruppo di un gruppo bancario, che è costituito da banche territoriali, società finanziarie specializzate e società di scopo speciali per la fornitura di servizi a tutte le società del gruppo. Funziona attraverso tre segmenti. Il segmento di mercato offre la produzione e la vendita di prodotti di prestito, nonché servizi di investimento e trasferimento. La divisione finanzia specializzata si concentra su prodotti assicurativi, prestiti, gestione dei crediti di leasing e finanziamenti a medio e lungo termine. Il settore della produzione controlla la gestione e lo sviluppo della tecnologia dell’informazione e della comunicazione, nonché gestisce le attività immobiliari. Inoltre, è impegnata nella fornitura di servizi bancari commerciali, servizi fiduciari, gestione di servizi fiscali locali, tesoreria e servizi di cassa.

La sede milanese di Creval

Le azioni Creval sono un investimento sicuro?

Creval è stata una banca popolare e lo è stata fino al 2016, anno in cui è diventata società per azioni. La banca rappresenta il dodicesimo gruppo italiano per numero di sportelli aperti sul territorio.
La quotazione di Creval avvenne in Borsa Italiana nel 1994 e fa parte di uno dei titoli compresi nell’indice FTSE Mib Cap, ovvero l’indice di quelle società a media capitalizzazione. I primi anni di quotazione sorridono al titolo Creval che raddoppia il suo prezzo di collocamento passando da circa 6 euro ad un massimo di quasi 13 euro per azione. Poi, la crisi finanziaria globale ha travolto tutto il settore bancario e il titolo Creval ne è uscito, come molti altri, dimezzato, tornando a quotare 5 euro per azione. Il problema è stato, però, che nemmeno l’uscita dalla crisi ha permesso a questo titolo di rimbalzare e così è crollato ulteriormente, arrivando a valere nel 2017 circa 0,50 centesimi di euro per azione. Non è tutto: l’assemblea straordinaria dei soci è costretta ad approvare un aumento di capitale di 700 milioni di euro, una cifra di 6 volte superiore a quella del suo valore in Borsa, che ha perso già il 90% dalle sue quotazioni massime. Da febbraio 2018 l’aumento di capitale che interessa 150 mila soci, prevede l’emissione di 6.996.605.613 azioni ordinarie Creval di nuova emissione a 0,10 euro offerte in opzione agli azionisti nel rapporto di 631 nuove azioni per ogni azione posseduta. Nonostante l’ingresso di nuovi soci e l’insediarsi di vari cambi al vertice societario, le quotazioni continuano a scendere e siamo arrivati agli 0,05 centesimi di euro per azione. Attualmente, la quota maggioritaria della società fa capo ad un fondo delle Isole Cayman fondato da due russi.

Broker Valutazione Regolamen-
tazione
Inizia ad investire
1 USA Allowed INVESTI ORA!
1 USA Allowed investi ora!
1 USA Allowed investi ora!

Dati di bilancio (in mln di EUR)

Ricavi d’esercizio460,542
Ricavi ultimi 12 mesi459,499
Ebitda (utile ante imposte) d’esercizio-23,694
Ebitda (utile ante imposte) ultimi 12 mesi-13,544
Ebit (utile ante imposte) d’esercizio-99,158
Ebit (utile ante imposte) ultimi 12 mesi-40,589
Reddito disponibile per gli azionisti ordinari31,722
Reddito disponibile per gli azionisti ordinari ultimi 12 mesi70,193
Ebit (Utili ante imposte) normalizzati-103,574
Reddito disponibile per gli azionisti ordinari (normalizzato)28,8516
EPS normalizzato ultimi 12 mesi0,011
Luigi Lovaglio, nuovo AD di Creval

Moderato consenso delle banche d’affari su questo titolo: cosa potrebbe succedere

Detto e raccontato dettagliatamente delle vicende societarie assolutamente negative, cerchiamo di capire se ci sono dei margini per acquistare questo titolo. Il parere degli analisti finanziari è assolutamente neutrale: il titolo viene classificato come Hold, ovvero da mantenere in portafoglio ma da non accumulare da questi prezzi. Il motivo è presto detto: se siete azionisti di lungo termine, avete praticamente perso tutto e quindi non vi resta altro da fare che mantenere il titolo e pregare in un rimbalzo. Il punteggio che il titolo Creval ottiene è di 2,8, a metà strada quindi tra lo Strong Buy cui assegniamo punteggio 1 e lo Strong Sell, punteggio 5.
A mio parere, questo titolo non è assolutamente da accumulare per il lungo termine, tuttavia, possono avvenire dei rimbalzi che durano poche sedute che potrebbero portare il titolo anche a fare il 30/40%. Sono occasioni mordi e fuggi che solo il trader esperto riesce ad individuare, quindi invitiamo comunque chi ci legge e fosse interessato all’acquisto di metterci pochi, pochissimi soldi e di essere pronto a cambiare idea, anche in perdita. L’accumulazione del titolo mediante CFD, strumenti derivati a leva che replicano il sottostante, può inoltre consentire di negoziare anche per chi non è in possesso di capitali adatti alle azioni.

Quale futuro per Creval?

Luigi Lovaglio, già direttore di Pekau, banca polacca del gruppo Unicredit, è da pochi mesi il nuovo AD di Creval. Lo scorso 18 giugno ha presentato un piano industriale che prevede di portare il Creval rapidamente fuori dalle secche, tanto da distribuire un consistente dividendo nella primavera del 2021, cosa che appare impensabile oggi.
La ricetta prevede che il Creval deve essere una banca con un profilo di rischio molto basso, orientata a fare attività tradizionale per servire al meglio famiglie e aziende e di vendere 800 milioni dei complessivi 2 miliardi di Non Performing Loans entro il 2020.

Broker Valutazione Regolamen-
tazione
Inizia ad investire
1 USA Allowed INVESTI ORA!
1 USA Allowed investi ora!
1 USA Allowed investi ora!

Guida all’acquisto di azioni CreVal in 5 minuti

Una volta scelto lo strumento finanziario che si vuole negoziare al rialzo o al ribasso, selezionate il vostro broker preferito andando sul vostro browser di Internet ed entrando nella homepage di Plus500 : vi comparirà questa schermata

Il broker vi offrirà quindi la possibilità di selezionare tra conto con denaro reale e conto demo di prova gratuita:

Una volta che avete scelto la modalità di conto che vi interessa, è il momento di selezionare lo strumento finanziario che volete negoziare. Andate nell’apposita funzione di ricerca – la barra con la lente di ingrandimento – e scrivetene il nome oppure trovatelo nei menu suddivisi per asset. Così:

Dopo aver scelto lo strumento finanziario su cui investire, comparirà un menu come questo nella foto in basso dove poter cliccare su Acquista o Vendi per procedere all’esecuzione del trade:

La piattaforma esegue per voi il trade selezionato e sarà possibile controllare l’andamento in tempo reale in alto nella piattaforma, oppure nell’apposito menu che vi informa delle posizioni aperte. Complimenti, avete impostato con successo il vostro primo trade su Plus500!

Leave a Reply

[an error occurred while processing the directive]
[an error occurred while processing the directive] [an error occurred while processing the directive]