▷Dovresti comprare le azioni Adobe Si o NO?⇒ analisi

Le azioni Adobe sono da comprare? Analisi tecnica e fondamentale

Adobe Inc., già Adobe Systems Incorporated, è una società di software. L’azienda offre una linea di prodotti e servizi utilizzati da professionisti, operatori di marketing, knowledge worker, sviluppatori di applicazioni, imprese e consumatori per creare, gestire, fornire, misurare, ottimizzare e coinvolgere con contenuti ed esperienze convincenti su più sistemi operativi, dispositivi e media. La Società opera attraverso tre segmenti: Digital Media, Digital Experience e Publishing. La Società commercializza e concede in licenza i propri prodotti e servizi direttamente ai clienti aziendali attraverso la sua forza vendita e agli utenti finali attraverso i negozi di applicazioni e il proprio sito Web.
Offre vari prodotti attraverso un modello SaaS (software-as-a-service) o un modello di servizi gestiti (entrambi denominati modelli ospitati o basati su cloud), nonché attraverso sottoscrizioni a termine. Inoltre, concede la licenza della sua tecnologia ai produttori di hardware, agli sviluppatori di software e ai fornitori di servizi per l’utilizzo nei loro prodotti e soluzioni. I prodotti dell’azienda funzionano su computer personali e server, nonché su smartphone, tablet e altri dispositivi, a seconda del prodotto. Opera nelle Americhe, Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) e Asia-Pacifico (APAC).

La sede di Adobe nella Silicon Valley

Le azioni Adobe sono un investimento sicuro?

Per comprendere quello che è il business di Adobe vi vado a descrivere quali sono i segmenti in cui opera e poi procediamo alle considerazioni di analisi tecnica e storica sul titolo.

Broker Valutazione Regolamen-
tazione
Inizia ad investire
1 USA Allowed INVESTI ORA!
1 USA Allowed investi ora!
1 USA Allowed investi ora!

Adobe, un business enormemente diversificato

Il segmento Digital Media della società fornisce strumenti e soluzioni che consentono a privati, piccole e medie imprese e imprese di creare, pubblicare, promuovere e monetizzare i propri contenuti digitali. Il segmento Digital Media della società offre Creative Cloud, un servizio in abbonamento che consente ai membri di scaricare e installare le ultime versioni dei propri prodotti creativi, come Adobe Photoshop, Adobe Illustrator, Adobe Premiere Pro, Adobe Photoshop Lightroom e Adobe InDesign. I membri di Creative Cloud possono anche accedere a un mercato in crescita di contenuti digitali attraverso Adobe Stock, un mercato online per foto, grafica e video. Creative Cloud offre inoltre ai membri l’accesso ai servizi online per sincronizzare, archiviare e condividere file, sviluppare app mobili e creare e gestire siti Web.

Il segmento Digital Experience della società offre soluzioni e servizi per la creazione, la gestione, l’esecuzione, la misurazione e l’ottimizzazione della pubblicità e del marketing digitali. La sua attività Digital Experience offre varie soluzioni che includono analisi, social marketing, targeting, ottimizzazione dei media, gestione delle esperienze digitali, gestione delle campagne su più canali, gestione del pubblico, consegna di video premium e monetizzazione. L’azienda offre queste funzionalità tramite Adobe Marketing Cloud, un’offerta integrata che consente ai professionisti del marketing di misurare, personalizzare e ottimizzare le campagne di marketing e le esperienze digitali attraverso i canali.

Il segmento Publishing della società fornisce soluzioni, contiene prodotti e servizi legacy che affrontano le opportunità di mercato, tra cui soluzioni di eLearning, pubblicazione di documenti tecnici, sviluppo di applicazioni Web e stampa. Affronta le opportunità di mercato che vanno dalle esigenze di authoring e publishing dell’editoria tecnica e commerciale al suo tipo legacy e alle attività di stampa OEM.

Photoshop, numero 1 al mondo per il fotoritocco

Come avrete potuto notare, si tratta di un business fortemente diversificato e che ha trovato in software “cult” come il Photoshop ma anche famosa per il formato di documento multipiattaforma PDF (Portable Document Format), concepito per creare e diffondere documenti compatibili con molti sistemi operativi oggi diffusi. Tale formato è leggibile tramite il software gratuito Reader (originariamente chiamato Acrobat Reader), scaricabile dal sito della società, ed ha il vantaggio di preservare con estrema precisione la formattazione del documento non subendo variazioni dovute a settaggi individuali del sistema dell’utente. il suo core-business.

Broker Valutazione Regolamen-
tazione
Inizia ad investire
1 USA Allowed INVESTI ORA!
1 USA Allowed investi ora!
1 USA Allowed investi ora!

Analisi tecnica e consigli degli analisti finanziari

Il titolo Adobe è quotato alla borsa di New York e fa parte del paniere Nasdaq 100, come uno dei suoi competitor Google.
Se 10 anni fa, in piena recessione, le azioni Adobe quotavano all’incirca 20 dollari per azione, negli anni successivi il rally del titolo lo ha portato a superare, dieci anni dopo, i 300 dollari per azione! Fate i conti e ditemi di che percentuale di rendita stiamo parlando! L’ultima occasione per entrare sul titolo è stata a dicembre del 2018, quando in piena polemica con le politiche restrittive della Fed, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha intimato il cambio di rotta facendo respirare tutto il mercato azionario e consentendo ad Adobe di rimbalzare dai 210 dollari per azione, area dove aveva tra l’altro formato un interessante doppio minimo.

Gli analisti finanziari delle principali banche d’affari consigliano il titolo Adobe con un giudizio Outperform, pertanto da accumulare senza esporsi troppo. Su un campione di 29 analisti finanziari, sono ben 11 quelli che ritengono il titolo da comprare anche da questi prezzi, perfettamente bilanciati però con quelli che ritengono che il titolo sia solo da mantenere in portafoglio (Hold). Adobe ha ottenuto un punteggio ottimo di 2 nella scala che assegna 1 allo Strong Buy e 5 allo Strong Sell. 
Il titolo va quindi accumulato sui ribassi, magari con dei CFD, che consentono di fare trading anche con un capitale limitato.

Guida all’acquisto di azioni Adobe in 5 minuti

Una volta scelto lo strumento finanziario che si vuole negoziare al rialzo o al ribasso, selezionate il vostro broker preferito andando sul vostro browser di Internet ed entrando nella homepage di Plus500 : vi comparirà questa schermata

Il broker vi offrirà quindi la possibilità di selezionare tra conto con denaro reale e conto demo di prova gratuita:

Una volta che avete scelto la modalità di conto che vi interessa, è il momento di selezionare lo strumento finanziario che volete negoziare. Andate nell’apposita funzione di ricerca – la barra con la lente di ingrandimento – e scrivetene il nome oppure trovatelo nei menu suddivisi per asset. Così:

Dopo aver scelto lo strumento finanziario su cui investire, comparirà un menu come questo nella foto in basso dove poter cliccare su Acquista o Vendi per procedere all’esecuzione del trade:

La piattaforma esegue per voi il trade selezionato e sarà possibile controllare l’andamento in tempo reale in alto nella piattaforma, oppure nell’apposito menu che vi informa delle posizioni aperte. Complimenti, avete impostato con successo il vostro primo trade su Plus500!

Leave a Reply

[an error occurred while processing the directive]
[an error occurred while processing the directive] [an error occurred while processing the directive]