Investire in azioni e aspettare i dividendi per il prossimo 2019

Se avete un minimo di confidenza con il mercato finanziario, sapete sicuramente che a fine anno c’è sempre un po’ di fermento per chi ha investito in azioni.

A fine anno infatti si tirano le somme e si dividono i profitti. Se avete investito in una compagnia quotata in borsa che ha ottenuto dei buoni risultati economici, probabilmente siete tra i fortunati che riceveranno una buona gratificazione an inizio 2019.

Non tutte le società sono in grado di distribuire i dividendi tra i propri investitori e per questo le persone che fanno trading online tendenzialmente non sono particolarmente propense ad investire il loro intero capitale nelle azioni delle società.

Un buon trader differenzia i suoi investimenti

Una buona regola per ottenere un buon margine di profitto e garantire delle entrate è quella di differenziare i propri investimenti.

Se preferite investire in azioni cercate di non comprare azioni di un solo settore, perché se un settore entra in crisi a livello finanziario, è probabile che tutte le aziende ne risentano e di conseguenza anche voi vi troverete con un niente di fatto in mano.

Un ottimo metodo per guadagnare ingenti somme in poco tempo è quello di investire sulle materie prime, ma essendo queste ultime estremamente volatili, e per tanto a forte rischio, è bene ricordare di non investire mai più del 10% dell’intero budget d’investimento a disposizione.

Tra le azioni che intendete acquistare considerate sempre qualche buona azione da cassettista, di quelle che comprate e che lasciate maturare per almeno tre o quattro anni, senza eccessiva preoccupazione. Si tratta di operazioni “timide” che sicuramente non vi daranno forti incassi, ma anche estremante sicure.

Considerate di investire un altro 10% in azioni di società emergenti che hanno già un buon riscontro e valutate il mercato come si muove. Basti pensare alle persone che dieci anni fa hanno fatto l’azzardo (all’epoca considerato tale) di investire in Facebook o in Amazon. Investendo solo un 10% non rischierete troppo se le cose vanno male, ma se ci azzeccate con le previsioni potreste ottenere ottimi guadagni.

Per assicurarsi introiti a breve termine non focalizzatevi solo sull’investimento puro in azioni. Le piattaforme di trading online permettono di investire anche per mezzo degli ormai famosi e ben collaudati CFD, i quali permettono di investire sull’andamento di mercato dei titoli. Sfruttando questo tipo di prodotti non dovrete necessariamente aspettare che le azioni di una determinata società crescano per ottenere dei guadagni, ma potrete scommettere anche sull’andamento negativo del titolo, ottenendo comunque un profitto.

Utilizzate con parsimonia l’effetto leva proposto dalle piattaforme di trading (https://it.cointelegraph.com/news/top-crypto-exchange-binance-adds-circles-usd-coin-in-latest-stablecoin-support-move). L’effetto leva permette di moltiplicare esponenzialmente i guadagni ottenuti, ma allo stesso tempo moltiplica anche le perdite. Molto spesso i trader un po’ avventati, si fanno prendere la mano dall’effetto leva e rischiano cifre che realmente non potrebbero permettersi. Cercate di utilizzare l’effetto leva solo quando siete relativamente sicuri dell’operazione che andate a fare, e possibilmente scegliete un effetto leva che non superi il 100x.

Il 2019 sta per iniziare e le borse valori subiranno alla bine di questo 2018, come sempre, un momento di rallentamento. Non fatevi prendere da inutili ansie da prestazione, approfittate di alcuni momenti di tregua per ricaricare le pile da trader, così non appena arriverà il nuovo anno sarete pronti a scatenarvi sulla vostra piattaforma di trading.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *